ANNO 0 43 GIORNI DAL CONTAGIO – CURIOSITA’ DEL MARE

Pesci Nastriformi

 

Le specie di pesci serpentiformi più facili da incontrare sono certamente la murena comune ed il simpatico ma aggressivo e dispettoso grongo.
Entrambi questi pesci si possono osservare a partire da qualche metro di profondità, e sono soprattutto i fondali rocciosi in profondità a fornire l’habitat ideale per la vita di questi animali. Uno dei motivi è quello che questi fondali sono ricchi di tane ed anfratti nei quali i pesci permangono durante il giorno lasciando spuntare solo la testa. Il grongo, poi, sembra avere una vera e propria predilezione per i relitti, che essendo ricchi di rifugi utilizza per proteggersi.
Tra gli Ofictidi* si trovano i pesci che più somigliano ai serpenti perché hanno corpo a sezione circolare e pinne ridotte, basse o addirittura assenti.

La loro somiglianza con gli ofidi ne ha ispirato i nomi comuni, come biscia di mare e pesce serpente.

Si tratta di pesci anche piuttosto grandi, che in alcune specie come nel pesce serpente, possono sfiorare i due metri di lunghezza.

Vivono su fondi sabbiosi e passano gran parte del loro tempo infossati nel fondale. In particolare il pesce serpente è presente da qualche decina di metri sotto la superficie sino a oltre 300 metri di profondità. Lo si incontra nei bassi fondali solo durante il periodo della riproduzione. E’ un pesce piuttosto raro con un comportamento molto particolare.

Si infossa infatti quasi completamente nella sabbia o nel fango spuntando con la sola testa. La penetrazione nel fondale è possibile grazie alla coda, appuntita ed indurita, che manca di pinna caudale e viene utilizzata per scavare Come avviene per gran parte degli altri “serpentiformi”, anche in questo caso sembra esistere l’esigenza di proteggere in qualche modo il corpo, che è la parte più esposta ad attacchi, anche se questi animali, se disturbati, hanno la capacità di ritorcersi su se stessi, utilizzando per difendersi la loro efficiente dentatura.
In ogni caso, a parte l’uomo, la murena adulta non sembra avere grossi nemici.

Discorso diverso per il grongo che può diventare il pasto di qualche grosso tursiope.

GRONGO

MURENA

PESCE SERPENTE