ANNO 0 – 44 GIORNI DAL CONTAGIO – CURIOSITA’ DEL MARE

MAI IN BLACK OUT …

 

I pesci elettrofori, detti anche pesci elettrici o elettrogenici, sono pesci in grado di generare autonomamente dei campi elettrici
Sono in grado di farlo – generalmente – tramite organi appositi che trasmettono derivazioni di origine muscolare.

Differenti sono invece quelli in grado di rilevare la presenza di un campo elettrico esterno: questi pesci, definiti elettrorecettivi non rientrano nella categoria degli elettrofori in quanto in grado
unicamente di captare, ma non di produrre elettricità.

È invece generalmente vero il contrario, in quanto i pesci elettrofori sono spesso anche elettrorecettivi.
Fra i pesci elettrorecettivi si annoverano molte specie di squali, razze e pesci gatto; tutti questi possiedono la capacità, più o meno sviluppata, di rilevare i campi elettrici, capacità che sfruttano per cacciare o per orientarsi durante gli spostamenti, ma non sono in grado di generarne di propri e pertanto non sono elettrofori.
Gli elettrofori in senso stretto comprendono invece circa 400 specie, distribuite in quattro ordini; la maggior parte di questi vivono esclusivamente nelle acque dolci e sono per lo più localizzati in fiumi e laghi del continente Africano e dell’America del sud, con la sola notevole eccezione delle torpedini che vivono in acqua salata.

TORPEDINE

ANGUILLA ELETTRICA