ANNO 0 72 GIORNI DAL CONTAGIO – CURIOSITA’ DEL MARE

Squalo Leuca

Lo squalo leuca o squalo zambesi (da non confondere con lo squalo toro vista la nomenclatura di “bull shark” che gli viene attribuita nei paesi di lingua anglosassone) è una comune specie di squalo della famiglia dei Carcarinidi diffusa nelle acque calde e poco profonde delle zone costiere e dei fiumi di tutto il mondo.

È noto soprattutto per il suo comportamento imprevedibile e spesso aggressivo.

Dato che spesso si incontra in acque poco profonde, è considerato la specie di squalo più pericolosa per l’uomo, e insieme allo squalo tigre e allo squalo bianco, è una delle tre specie a cui sono stati attribuiti il maggior numero di attacchi all’uomo se non si considera il Longimanus, che da solo conta più attacchi di tutti quelli degli altri squali messi insieme.

Diversamente dalla maggior parte degli squali, lo squalo leuca tollera l’acqua dolce ed è in grado di risalire il corso dei fiumi. Alcuni esemplari sono stati ritrovati perfino in alcuni fiumi dell’Australia e dell’Africa meridionale, e nei fiumi Ohio (nell’Indiana) e Mississippi (nell’Illinois), sebbene in tali aree siano stati registrati solamente pochi attacchi.

Proprio per questo motivo la specie è probabilmente la responsabile del maggior numero di attacchi all’uomo avvenuti in acque costiere, compresi molti attacchi attribuiti ad altre specie.

Tuttavia, gli squali leuca (diversamente dagli squali di fiume del genere Glyphis) non sono veri e propri squali d’acqua dolce.